Barbara Cannizzaro

Fuochi d'artificio e toilet

date » 08-08-2022 11:34

permalink » url

Riflessioni di poco conto su un tema di grande importanza.

Dove ci porta un' immagine?
Cosa vogliamo raccontare con quella immagine?
Perché scattiamo una foto,in quel momento,da quel punto di vista,con quei colori,quelle luci?
Una buona foto è una foto fatta bene o lo è perché racconta qualcosa?
Quesiti irrisolvibili,o meglio ho posto domande talmente universali che hanno infinite risposte,tutte ugualmente valide.
In questo dittico ad esempio,di cosa parlo?
Cosa volevo raccontare?
È una foto orrenda,simpatica,curiosa?
Credo che sia la prima volta che scatto foto con il cellulare seguendo un istinto improvviso,le lego tra loro(l' unico ragionamento l' ho fatto nell' accostamento dei colori) e le butto in pasto ai social.
Poi,guardando..mi sono trovata:
Nei fuochi d'artificio patronali e in un bagno pubblico.

In questo dittico c'è il mio stato d' animo del momento;anche questo,incredibilmente è un autoritratto.
Anche qui sto parlando di me.
E mi fa sentire meglio,buttare fuori,raccontarmi senza temere il giudizio.
Seguendo un impulso.
Tutte le domande hanno una sola risposta per me.
Esprimere ed esprimersi.
Restando fedeli a sé stessi.

PhotoGrid_1659943507416.jpg

Cosa vedi?

date » 26-06-2020 15:06

permalink » url

tags » accettazione, autostima, corpo, esistere, autoritratto,

Cosa vedi?
davanti allo specchio?Quando ti fanno una foto,quando ti fai un selfie?
quando ti osservi le mani,le rughe,i capelli,le occhiaie,la pancia?
Cosa vedi quando ti guardi?
Ti riconosci,ti piaci?
Sei quella che vuoi o quella che vogliono?Ti fai la guerra per farti accettare o sei in pace con te stessa?
Sei tu quella che vedi?

barbara_cannizzaro_me.jpg

Una prova di Esistenza

date » 18-06-2020 22:23

permalink » url

L' autoritratto(per me e per chiunque lo faccia consapevolmente) non ha nulla a che vedere con il bisogno di mettersi in mostra.
Il messaggio da far arrivare non è "guardatemi" ma "sentitemi" e sentitevi attraverso questa immagine.
Non è una ricerca di consensi sul proprio sè. E' una ricerca nel proprio sè.
Attraverso espressioni,colori,oggetti. l'autoritratto parla d'amore,di odio,di paure o speranze.
E' un percorso lungo e difficile.A volte il messaggio arriva chiaro,altre totalmente interpretabile.
Ma per chi lo fa è sempre sempre sempre una liberazione.
Un gesto di gratitudine verso se stessi.
Un regalo.
Una catarsi.
Una prova di Esistenza.

barbara_cannizzaro_Diary__3.jpg

search
pages
ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Personalizza / Customize Rifiuta / Reject Accetta / Accept
Link
https://www.barbaracannizzaro.com/diary-d

Share link on
Chiudi / Close
loading